club-tenco-08

Di seguito i finalisti delle Targhe Tenco 2016, divisi per settore:

I finalisti per la Targa “album dell’anno” riservata a cantautori (qui elencati in ordine alfabetico per artista, così come nelle seguenti sezioni) sono:

Afterhours Folfiri o Folfox
Gerardo Balestrieri Canzoni nascoste
Vinicio Capossela Canzoni della Cupa
Niccolò Fabi Una somma di piccole cose
Yo Yo Mundi Evidenti tracce di felicità

La Targa per l’album in dialetto vede come finalisti:

Almamegretta Enneenne
Claudia Crabuzza Com un soldat
Stefano Saletti & Banda Ikona Soundcity. Suoni dalle città di frontiera
James Senese & Napoli Centrale O sanghe
Daniele  Sepe Capitan Capitone e i fratelli della costa

 

Nella sezione “Opera prima” (di cantautore) troviamo:

Patrizia Cirulli Mille baci
Chiara dello Iacovo Appena sveglia
Giorgieness La giusta distanza
Motta La fine dei vent’anni
Andrea Tarquini Disco rotto

 

Fra gli interpreti di canzoni non proprie (quindi non cantautori) sono in finale:

Peppe Barra E cammina cammina
Giorgio Canali & Rossofuoco Perle per porci
Francesco De Gregori Amore e furto. De Gregori canta Dylan
Bobo Rondelli Bobo Rondelli canta Piero Ciampi
Peppe Voltarelli Voltarelli canta Profazio

 

Nella Targa per la miglior canzone si fronteggiano gli autori dei seguenti brani (fra parentesi l’interprete):

Francesco di Giacomo-Paolo Sentinelli La bomba intelligente (Francesco di Giacomo / Elio e le Storie Tese)
Samuele Bersani La fortuna che abbiamo (Samuele Bersani)
Giuliano Sangiorgi-Remo Anzovino L’alba dei tram. Canzone per Pasolini (Mauro Ermanno Giovanardi)
Manuel Agnelli Non voglio ritrovare il tuo nome (Afterhours)
Marco Iacampo Pittore elementare (Iacampo)