Si chiama Emilia: live il mega concerto che si terrà il prossimo 25 giugno allo stadio dall’Ara di Bologna in favore dei terremotati dell’Emilia. Per l’iniziativa si sono mobilitati tantissimi artisti, soprattutto del posto, che ben volentieri hanno accettato di cantare per la loro terra senza alcun compenso.
L’idea è nata dai Nomadi, in particolare dal leader Beppe Carletti che ha colto la palla al balzo dall’appello lanciato dal consigliere regionale Marco Barbieri, che ha postato su Facebook: “Sono molti gli artisti figli di questa terra o che devono qualcosa all’Emilia. Se li conosco, sono anche loro persone che sanno rimboccarsi le maniche”.
Detto, fatto! Il concerto allo stadio dell’Ara ospiterà circa 40mila persone. Il costo del biglietto si aggira tra i 30 e i 35 euro e porterebbe ad una raccolta di quasi 800 mila euro che saranno destinati all’Emilia terremotata, secondo le necessità disposte dall’organizzazione e da chi sta affrontando l’emergenza.
Tra gli artisti aderenti all’iniziativa Francesco Guccini, Laura Pausini, Nek, Samuele Bersani, Modena City Ramblers, Rio, Luca Carboni, Cesare Cremonini, Stadio, Irene Fornaciari. Molto probabilmente anche la presenza di Ligabue, Zucchero, Gianni Morandi. Il concerto sarà trasmesso in diretta su Raiuno.
Anche Samuele Bersani ha detto sì all’invito di cantare gratis per gli sfollati e, al Corriere della Sera, dice: “Per la prima volta possiamo ricambiare noi cantanti la generosità che tante volte la gente d’Emilia ha dimostrato nei nostri confronti, mi sembra un’ottima cosa”.
Quando si tratta di emergenze, la musica è sempre la prima ad intervenire, da non dimenticare il concerto Amiche per l’Abruzzo, organizzato da Laura Pausini in favore dei terremotati dell’Abruzzo del 2009.