Prosegue il Mezze Stagioni tour degli Ex-Otago, e gli otaghi saranno in tour su e giù per lo stivale. E’ appena uscito il nuovo singolo e relativo video di Figli degli Hamburger, estratto da Mezze Stagioni. Per l’occasione gli Ex-Otago saranno in tour con una formazione allargata a sei elementi, che comprenderà anche Olmo Martellacci (flauto, sax, e percussioni) e Francesco Bacci (chitarra, tastiera, e voce).
Gli Ex-Otago si formano nel 2002 nella città di Genova, quartiere di Marassi.
All’inizio sono in tre Simone Bertuccini, Maurizio Carucci, Alberto Argentesi e si raccontano con una chitarra acustica, due pianole e qualche giocattolo. Poi alla batteria – dopo vari avvicendamenti – arriva Gabriele Floris per l’attuale formazione a quattro.
Ritornelli/stornelli a presa istantanea che s’incollano in testa e non si staccano più proprio come le figurine scolorite dei calciatori dall’armadietto di un adolescente o come una chewingum masticata dalla suola delle infradito. Canzoni leggere, uniche ed emozionanti, ironiche e malinconiche al contempo; un nuovo romanticismo sorretto da melodie pop freestyle hip hop e da un’attitudine quasi punk, tanta è l’energia nel loro badare al sodo. Un coinvolgente entusiasmo che, dal vivo, si trasmette dalla prima all’ultima fila e, su disco, si traduce in arrangiamenti asciutti che valorizzano le contagiose melodie prodotte con naturalezza in ogni singolo brano.
Mezze stagioni in uscita il 21 Marzo, è un disco sincero, senza trucchi e neppure inganni e conferma tutti gli elementi che sin dagli esordi caratterizzano il suono Ex-Otago; le registrazioni sono “pulite”, quasi in presa diretta e le sovraincisioni ridotte al minimo necessario grazie alla produzione discreta di Davide Bertolini (produttore e musicista con i Kings of Convenience) che ha sottratto anziché aggiungere limitandosi a “fotografare” il gruppo quasi a voler ricreare l’atmosfera dei loro concerti.
Gli Ex-Otago proseguono nella definizione del proprio universo, fatto di cose semplici, autentiche e di “personaggi straordinari” della vita quotidiana. Ecco allora in primo piano Marco Olmo, campione del mondo di corsa estrema in Marco Corre o l’amico d’infanzia che “emigra” verso paesi lontani in Costa Rica, come già – nei dischi precedenti – il fruttivendolo Amato, la nonna Luisa ed il cane (di Maurizio) Sasha, il presidentissimo Sandro (in Pertini is a Genius). E poi il tema ricorrente del “più classico e popolare luogo d’incontro” prima con Bar Centrale e oggi con Bar del Corso che trova puntualmente posto nei loro dischi.
Dopo l’avventuroso esordio con The Chestnuts Time arriva, nell’estate 2007, Tanti Saluti, presentato con un tour di oltre 150 date in lungo e largo per la penisola; quindi le recensioni entusiaste dei media con http://www.myspace/exotago invaso da vecchi e nuovi fans, la partecipazione di 38 videomaker al contest promosso da QOOB (canale digitale di MTV) per la realizzazione del clip del primo singolo Amato the Greengroocer. Nel mentre, la messa in onda (All Music, Mtv) e i consensi per il video di Giorni Vacanzieri diretto da I Ragazzi della Prateria ed in finale al Premio Videoclip Indipendente, i concerti con Gogol Bordello, LCD Soundsystem, i festival Italia Wave, Goa-Boa, Mi Ami, Milano Filmfestival, Teach Me Some Music (con il live set trasmesso su Second Life), la chiusura della Notte Bianca genovese.
L’estate 2008 è marchiata dalla folgorante rilettura di The Rhythm Of The Night, pubblicato da La Valigetta nella compilation Post Remixes; anche in questo caso il clip viene affidato a I Ragazzi Della Prateria (nel frattempo curatori dei visuals per Jovanotti durante l’ultimo tour).
Seguono poi poi la pubblicazione in Giappone di Tanti Saluti e del singolo in vinile Amato/September e la preparazione del nuovo album.

http://www.ex-otago.it

VENERDI’ 23 MARZO
EX-OTAGO
+ Captain Swing
porte/botteghino
20:30
concerti
22:00
ingresso
8 euro + 1,50 euro d.p. / 10 euro al botteghino / 8 euro ridotto al botteghino universitari & under 26