Un disco allegro e trascinante quello degli Zocaffe, un esordio promettente che ci mostra un gruppo in grande spolvero. Uscito lo scorso 23 gennaio per Audioglobe, Il piglio giusto si compone di nove tracce dallo stile rock and roll anni 50, proiettandoci in un’atmosfera retrò ricca di percussioni e fiati. A presentarlo, il singolo Il piglio, un divertente siparietto che ci presenta un uomo insicuro ed impacciato a cui viene data questa spiegazione al suo insuccesso con le donne: “Non sei bello, non sei brutto, ma ti manca quel piglio giusto che..” Ad aprire il disco il brano Che giornata, un mood rockabilly che ci illustra come sia difficile resistere alle tentazioni della carne “com’è difficile restarti qui fedele!” Tra allegri siparietti, c’è spazio anche per la riflessione e l’ironia. L’emarginazione trapela in Jack dove “gli esclusi erano in tre per la dura legge di Jack”, mentre un sogno visionario è il protagonista di Sognando Vaticano, brano in cui “un prete scatenato ballava un tango” e “un Buddha in grande forma regalava gelati”. Altro brano interessante è Aline, basato su un fraintendimento amoroso e sulla ricerca di un amore immaginato ma per nulla reale, che finisce in un nulla di fatto: “Dietro le spalle suo marito un destro mi lanciò a terra assai ferito, quell’uomo si domandava chi è questo pezzente”. Un album prodotto e realizzato grazie ai concerti tenuti in giro per la Toscana, che ci auguriamo permetta loro di farsi conoscere anche da un pubblico più ampio, in attesa del secondo disco, su cui il gruppo inizierà a lavorare già dalla prossima estate.

http://www.facebook.com/Zocaffe

http://www.myspace.com/zocaffelucca