È stata presentata in questi giorni la stagione 2010- 2011 dell’Auditorium Parco della Musica, da parte dell’Associazione Musica per Roma che ne gestisce gli eventi sin dalla fondazione, avvenuta nel 2004. Partito in realtà già da settembre, il cartellone si stende fino a tutta l’estate 2011,  con circa 500 eventi in programma, senza considerare tutta la parte classica di Santa Cecilia che è autogestita dall’Accademia stessa. Una stagione all’insegna della poliedricità e dell’eterogeneità, unendo musica, eventi culturali, danza, teatro, reading letterari ed incontri. Una formula già collaudata nel corso dei sei anni di attività, a cui si uniscono nuovi eventi e sperimentazioni. Molto importante risulta l’interscambio culturale, che da sempre caratterizza l’attività artistica dell’Auditorium, che si è imposto negli anni come punto di riferimento per la scena culturale capitolina. Tanti i generi che si incontrano, dalla musica classica alla contemporanea, dalla storia alla scienza, dal teatro al circo, dalla danza alla poesia. Tanti i ritorni: la rassegna di danza Equilibrio dedicata ai nuovi talenti, le Lezioni di Rock a cura di Gino Castaldo ed Ernesto Assante, il Festival del Circo, quello delle Scienze, Contemporanea- che analizza le nuove tendenze artistiche- le Lezioni di Storia e Processi alla Stora, i Festival di musica Jazz e Gospel, Luglio Suona Bene e Generazione X, la rassegna che dà spazio alla musica indipendente ed emergente. Ritornano anche gli “artisti residenti” che collaborano con l’Auditorium e che presenteranno i loro nuovi progetti: il pianista Ludovico Einaudi, Franco Battiato, l’Orchestra di Piazza Vittorio e Sidi Larbi Cherkaoui, coreografo francese di grande talento. Tante, infine, le grandi stelle della musica che saliranno sul palco quest’anno: la regina del soul statunitense Macy Gray, la cantante punk tedesca Nina Hagen, il polistrumentista inglese Peter Frampton, il grande jazzista americano Brad Mehldau, il sassofonista Francesco Cafiso e Sir Elton John, che tornerà poi anche a luglio nella Cavea.

http://www.auditorium.com